Tuning auto, un fenomeno emergente

Il Tuning auto costituisce un fenomeno decisamente in crescita, specie tra i giovanissimi. In particolare, con il termine non intendiamo soltanto la personalizzazione della vettura in senso stretto, ma anche la possibilità di apportare delle modifiche poco visibili al motore ed agli impianti della vettura, al fine di migliorare le prestazioni o ridurre i consumi.

tuning

Se provassimo ad uscire un attimo dallo stereotipo del tuning come lo intendono i media, possiamo verificare come nel termine possiamo includere anche l’installazione di accessori che possono ridurre i consumi, migliorare la guidabilità o, comunque, apportare delle migliorie a quanto predisposto dalla casa costruttrice. Dunque, si parla di centraline, prodotti per diagnosi Vag Com, programmatori per chiavi, centraline, o quadro strumenti.

Tali strumenti, generalmente, difficilmente trovano posto nei garage dei privati, a meno che non si tratti di esperti o appassionati. In realtà, sono una priorità di meccanici specializzati che sanno come sfruttare al meglio il potenziale delle vetture prodotte dalle case costruttrici, studiano e conoscono a fondo i difetti e le possibilità recondite delle singole vetture e sanno dove operare per il miglioramento.

Se invece associamo il Tuning ai fatti di cronaca più recenti, possiamo vedere come oggi, i giovanissimi, sempre più spesso organizzano veri e propri raduni da esibire e documentare con reportage sui social. Spesso si creano veri e propri appuntamenti fissi, come quello del venerdi sera a Tor di Mezzavia, a Roma, ove è possibile vedere auto con assetti ribassati, luci e colorazioni particolari, rombi assordanti, impianti stereo da urlo. A volte, in alcune località può capitare di assistere a vere e proprie corse clandestine, nello stile del film Fast’n Furious. Ed è per questo che questi raduni vengono banditi e perseguiti dalle forze dell’ordine per motivi di ordine pubblico, per il mantenimento della sicurezza e per evitare schiamazzi notturni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *