Lo scalping dinamico

Quando si parla di day trading, si considerano le metodologie d’investimento nel settore azionario online relative alla variabile temporale. Fra queste emerge il cosiddetto scalping, le cui operazioni cambiano da pochi minuti all’intera giornata e laddove l’investitore, detto trader, con l’impiego costante del book, entra ed esce dal mercato con l’obiettivo di avere profitto da oscillazioni brevi.

Differenza tra scalping e daytrader

Lo scalping è una metodologia di trading che si fonda su un book performante. Fissato il concetto basilare che fare trading vuol dire comprare e vendere strumenti finanziari quali azioni, valute, derivati, future, e che i differenti operatori del settore cambiano in base all’orizzonte temporale con la quale si opera, si definiscono così le varie figure denominate: scalper, daytrader, swing trader ed infine cassettista. Visto che le prime due figure sembrano eguali, occorre precisare la differenza fra lo scalper e il daytrader se entrambi vanno ad agire all’interno della giornata, o più precisamente nel periodo di apertura e di chiusura dei mercati.

Lo scalper è uno speculatore di borsa ed effettua la sua azione intraday. Di continuo entra ed esce dal mercato accontentandosi pure di piccoli margini di guadagno. Pone attenzione alla consistenza di ciascun profitto guardando il quantitativo degli utili. La sua prospettiva riflette la ripetitività e dunque nei ricavati. Può comprare e vendere lo stesso titolo più volte durante la giornata. La finalità è un veloce ma anche contenuto guadagno, che si riferisce alle varie operazioni effettuate nel corso della giornata che danno un profitto accettabile. Opera velocemente, seguendo non più di un quantitativo di titoli, così da poter decidere meglio quando entrare ed uscire dal mercato.

Pure il daytrader effettua operazioni quasi ogni giorno, impiegando però un criterio di valutazione differente di entrata e di uscita. Nel day-trading, vengono difatti, vagliate le differenti notizie che potrebbero giungere su una specifica condizione borsistica, vengono eseguite analisi tecniche, fondamentali ed altri.

L’investitore ricava profitto dai movimenti giornalieri piccoli, di prezzo di azioni oppure indici altamente liquidi, ovvero tanto scambiati. Ci sono due tipologie di operatori: istituzionali, operanti per istituzioni finanziarie, e quelli indipendenti, operanti invece soli o in collaborazione con altri colleghi con l’impiego di denaro proprio oppure dei clienti.

Lo scalping e il day-trading si differenziano soprattutto nella scelta del momento in cui entrare ed uscire. Lo scalper è alla ricerca del profitto celere e facile, il daytrader lavora invece in una modalità un pò più ragionata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *