Caratteristiche Principali dei Prestiti Cambializzati a Protestati

I prestiti cambializzati a protestati sono dei finanziamenti richiedibili, appunto, anche da quelle persone che sono state iscritte nel pubblico registro dei protestati.

In questo registro si viene iscritti dopo aver conseguito dei disguidi finanziari. Ciò significa che la persona che deve richiedere il finanziamento, cioè il protestato, in passato ha lasciato insoluto un debito, non pagandolo o pagandolo solo in maniera parziale.

Le banche non si fidano dei protestati: perché?

Le banche non hanno alcun tipo di fiducia in queste persone che, già almeno una volta, non hanno onorato il pagamento di un debito. Proprio questo è infatti il maggior fattore di diffidenza che gli istituti di credito hanno nei confronti dei richiedenti (e la stessa cosa vale nei confronti di quei soggetti che sono stati segnalati come cattivi pagatori).

Per un protestato esistono diverse strade per richiedere un finanziamento ed una di queste è proprio quella di scegliere il prestito cambializzato. Le altre alternative richiedono l’utilizzo del garante (vedi il famoso prestito con garante) o l’utilizzo della cessione del quinto che può essere però richiesta solo dai lavoratori dipendenti e dai pensionati.

Caratteristiche del Prestito Cambializzato

Quali sono le principali caratteristiche del prestito con cambiali? La rata è sostituita dalla cambiale ed ha un importo fisso per tutta la durata del finanziamento, salvo i casi in cui viene utilizzato il famoso cambialone che in realtà è la medesima cosa della maxirata finale che viene solitamente utilizzata per il pagamento del prestito auto come ultima rata da un importo di denaro superiore a tutte le altre.

Solitamente il prestito con cambiali viene rimborsato tra i sei ed i sessanta mesi ma ciò non toglie che, soprattutto nel caso in cui l’accordo dovesse avvenire tra privati, non si possa decidere che il rimborso avvenga in un numero di mensilità differenti.

I tempi di erogazione sono molto rapidi. Il denaro viene consegnato nelle mani del cliente tramite un assegno circolare o in alternativa potrà essere accreditato sul conto corrente del cliente. Salvo casi eccezionali non sarà necessario il garante, la singola firma del richiedente sarà sufficiente per garantire la fattibilità del finanziamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *